Pan e i pirati

Non ho un’idea precisa sulla pirateria di libri.

Secondo alcuni aiuta le vendite, secondo altri le ostacola. Altri ancora dicono: “non influisce!”. Io credo che qualsiasi opinione sia, al momento, prematura. Non abbiamo abbastanza dati in nessuna direzione (e da fortiano, io anche ai dati credo poco).

Ad ogni modo: mi segnalano che Pan è stato piratato e messo in Rete. La qual cosa, considerata la trama del libro, è piuttosto ironica.

L’ho già scaricato. Chiunque l’abbia messo online ha fatto un buon lavoro: la cartella arriva con il libro in diversi formati. Non all’altezza della versione stampa, ma molto buona davvero.

Qui i dettagli del download, disponibile su emule.

Perchè ve li do? Perchè il libro è là fuori e negarlo sarebbe stupido. Perchè un’edizione digitale legale al momento non c’è (e che gli editori si diano da fare, perchè il pubblico, invece, c’è). Perchè se leggi l’edizione pirata di un libro e ti piace, poi vuoi averlo, lo compri. Vuoi premiare chi lo ha scritto. Spero.

Se non ti piace abbastanza, beh, dovrò fare di meglio la prossima volta. Io voglio arrivare alla pancia dei lettori, gli altri organi non mi interessano. Ed è la pancia quella che ti fa dire ‘questo lo voglio’. Se lo dici di cervello, c’è qualcosa che non va.

Insomma: il Gran Dio Pan infesta la Rete.

E sapete, non è un tipo raccomandabile…

Annunci

32 responses to “Pan e i pirati

  • Flash

    Ciao Francesco, non ci conosciamo ma volevo farti i complimenti. Questo post è un semplice gesto di coraggio, oltre che di realismo, che secondo me vale molto più di tanti proclami.
    Sulla pirateria per il momento non mi sono ancora fatto un’idea precisa: ha degli aspetti positivi, per esempio permette di trovare in italiano un sacco di “fuori catalogo” che ormai sono spariti anche dalle bancarelle. Ma rischia di avere degli aspetti negativi, che potrebbero aumentare a dismisura se chi di dovere non si darà da fare.
    Tu hai fatto una prima mossa sulla scacchiera, di attacco, e mi piace vedere una partita giocata così. Perciò grazie.

  • imp.bianco

    Non credo sia molto influente, come la pirateria video e audio…

    Però non credo scaricherò mai un libro, mi darebbe fastidio leggerlo sullo schermo, poi, come per gli ebook, del libro mi piace il fatto che puoi sentire l’odore della carta, che lo puoi sottolineare, che lo puoi rendere “vissuto”…

    Comunque ti faccio anch’io i miei complimenti, altri avrebbero sputato fuoco e fiamme sapendo che il loro libro o “opera” si trova nella rete.

    X-Bye

  • quarantine

    Francesco, in questa Italia di scrittori boriosi e supponenti sei uno dei miei esempi da seguire. Il tuo ultimo post non ha fatto che accrescere la già notevole stima che nutro nei tuoi confronti.
    Buon lavoro e continua così.
    Che c’è ne molto bisogno.

  • Elfo

    Bene. Io già ce l’ho in volume, ma così posso avere un file da portarmi in ufficio per far finta di lavorare, quando invece ho proprio voglia di Isolachenonc’è. Grazie, Francesco. 🙂 Me lo rileggo mentre aspetto ALICEEE…:P

  • Okamis

    Stavo per scrivere un messaggio, poi però ho letto quello di Quarantine e mi sono reso conto che ne sarebbe stato la fotocopia. A questo punto mi limito a rinnovarti i complimenti. Ah, ci fosse più gente che ragiona in questo modo…

  • Valberici

    Bene, lo scarico e lo metto sul Kindle, un altro buon libro che posso portare con me ovunque vado.
    Intanto la versione cartacea si riposa sullo scaffale, in attesa di un futuro in cui non sarà più protagonista, ma che lo vedrà sempre pronto ad accompagnaare un caffè corretto, in una notte di lettura come quelle di “una volta” 😉

  • iSimone

    Il pubblico c’è… la voglia di comprare pure… Come dici tu, se un lavoro vale sono contento pure di spendere.
    Complimenti per l’articolo. 🙂

  • King e piazza Fontana (e emule) « Laramanni’s Weblog

    […] Esbat è su emule. Condivido, in proposito, tutto quello che ha detto Francesco Dimitri, parola per […]

  • Giovanni

    Giusto. Sarebbe bello riuscire a convincere gli editori a guadagnarci sopra invece che a perderci. Ma se sono stupidi, affari loro…

  • eleas

    siccome non mi nascondo dietro a un dito ti dirò che mi scaricherò Pan, e poi se mi dovesse piacere lo comprerò. Perché lo dico apertamente? Perché ritengo ridicolo che le editrici snobbino ancora le versioni elettroniche dei libri. Mi dicono oltretutto che molti libri vengono messi online a prezzi appena di poco inferiori ai cartacei (altra politica risibile). Spero di poter comprare presto il cartaceo che resta sempre IL formato.

  • W.

    mi inchino.

    volevo scaricarlo, ma se anche mi piacesse un minimo (ovvero, in ogni caso, a parte che non mi faccia proprio vomitare), lo comprerò anche.
    Però leggerlo sul itouch facendo finta di lavorare, è priceless

  • Ema

    avevo già intenzione di comperarlo (sono alla disperata ricerca di autori italiani del fantastico degni della parola “scrittore”) anzi è già nel carrello di feltrinelli online (luuuunga storia). Detto questo non posso che unirmi al coro di commenti positivi: sei un personaggio raro.
    PS salve a tutti, prima volta che intervengo qui.

  • demoniopellegrino

    Bravo! Dovresti pero’ dire al tuo editore anche di distribuire piu’ copie! MIa sorella si sta facendo il giro di tutte le librerie della Toscana da due mesi e non l’ha ancora trovato…

  • francescodimitri

    Grazie a tutti! Che aggiungere? Che il ringraziamento è sincero.

    Demonio: dille di insistere. Forse è esaurito, ma qualche copia dovrebbe essere in giro (che io sappia). E se è esaurito una ristampa, spero, non tarderà. Tutti questi ‘se’ su un libro che ho scritto io spiegano perchè non stia più con Marsilio, tra l’altro.

  • d.f.Lycas

    Demonio, io ho chiesto alla mia libreria di fiducia di ordinarlo, ed è arrivato. Al limite prova così.

  • demoniopellegrino

    La copia che ho io diventera’ un cimelio da custodire gelosamente…

  • Ema

    su feltrinelli.it c’è. Pure su IBS… in effetti per librerie sarà almeno un paio di mesi che non lo vedo.
    Con chi sei ora, Francesco? (editore)

  • d.f.Lycas

    Francesco, per curiosità, è possibile sapere di quante copie è la prima tiratura di Pan?

  • Giovanni

    L’ho letto, in cartaceo (qui alla Feltrinelli c’era ancora una copia).
    Buono, davvero molto buono. Pochissime riserve, più che altre di tipo teorico (inserire i detrattori del fantastico nel disegno del romanzo, o polarizzare nettamente la lotta tra mondanity and glamour -ad esempio). Ma a parte tutto è veramente un gran bell’ Urban Fantasy, ambientato tra l’altro nella mia città. Era emozionante leggere che i protagonisti “andavano a manetta col cinquantino sulla via Nomentana” sapendo che non li aspetta un’ (altra) storia di Degrado Urbano & Sociale ma un duello tra Dèi. BTW davvero ci sono somiglianze con NOBILIS (vedi mio altro commento nel post precedente) anche se ho il presentimento che tu NON lo abbia letto: nel qual caso, rimedia. Oltretutto constato alcune letture comuni: Crowley, Frazer, De Martino (Lefebre?). Se capiterà con gli eventi Salani sarebbe bello fare due chiacchiere. Per ora grazie di avermi fatto riscoprire Roma attraverso del ‘nostro’ fantastico.

    Giovanni

  • francescodimitri

    Giovanni: nobilis l’ho letto, amato e giocato… e trovato ingiocabile, o quasi. Un capolavoro di quelli troppo complessi per essere usati. I miei giocatori, dietro il Nobilis delle Storie, hanno completamente perso il filo. Tu l’hai mai giocato? E sì, ci incontreremo in Salani, dai…

    Ema: la risposta è contenuta in quanto ho appena detto!

    Lycas: non ne ho un’idea precisa, sono sempre stato fin troppo distratto. Ma sto imparando.

  • Giovanni

    L’ho giocato solo con una persona, la mia mitica ex danese che faceva Tentazione (anche perchè lei E’ Tentazione) in una mini-campagna di mia invenzione. Fu splendido forse anche per … ehm… il resto. Ma in effetti con un gruppo non ho idea di cosa sarebbe successo. Oddio, vengo da anni di campagne di Amber, se ho retto con quelle come Master… Chissà. Ne parleremo quando sarà. A bien tot.

  • francescodimitri

    E’ che io i diceless li apprezzo in teoria, ma poi, in gioco, l’alea mi piace un sacco. E anche la sensazione fisica dell’oggetto-dado. Ma sì, ne parleremo. E magari riprendo anche l’argomento in qualche post futuro.

  • vania p.

    scaricato
    letto
    amato
    comprato

    😀

    appena uscirà alice correrò in libreria a comprarlo senza pensarci 2 volte!!!

    la pirateria ti ha fatto guadagnare una lettrice ^_^

    complimenti, pan è stupendo.

  • francescodimitri

    Grazie Vania! Sia per i complimenti, che per aver dimostrato il punto che cercavo di fare…

  • ma

    Buon giorno autore,
    Pensa che non ti conoscevo nemmeno.
    Se trovo la possibilità di scaricarlo lo farò e mi farò un’idea del genere di romanzo che hai scritto. Non sono un grosso lettore di romanzi ed ho gusti di nicchia.
    Considera la possibilità in questo periodo di vacanza di aprire un conto paypal e permettere a me e ad altri di discolparci con una donazione (molti programmatori lo fanno) pagandoti 3 – 5 euro il copyright direttamente (che forse è più di quanto ricevi dall’editore).
    Auguri e complimenti per l’iniziativa.

  • Paolo Galloni

    Come autore, condivido; come lettore anche. Alla prima occasione ti compro il libro.

  • Mika

    Mi associo al coro di complimenti! L’ho scaricato, l’ho divorato, e ieri l’ho comprato (una copia per me e una copia per un’amica che voleva leggerti da tanto) e sai perché? Perché te lo meriti. Il libro mi ha fatta entusiasmare, trattenere il fiato, ridere, riflettere e trovo più che corretto ripagarti in qualche modo… grazie per tutto quello che mi hai fatto provare con le tue pagine! un abbraccio

  • francescodimitri

    Grazie a tutti: state dimostrando che non ho fatto una cazzata, e non c’è favore più grande che possiate farmi…

  • Leonado

    Bravo! 🙂
    Io l’ho scaricato su eMule e lo sto leggendo. È davvero bello e di sicuro lo comprerò anche cartaceo. 😉
    Continua così, sei un grande!

  • francescodimitri

    Grazie mille Leonardo!

  • E Ora… MAZZATE! » L’Accademia della Fuffa » Tre Versioni di Pan

    […] una bestemmia, detto così, non trovate?) pure. Il «Pan» di Dimitri, come fa notare con notevole aplomb l’autore, si trova con […]

  • Pan in ebook | La Carne, l'Incanto, il Sogno

    […] quanto mi piacciano gli ebook.  Volevo farne uno di Pan (che peraltro è stato piratato in ogni modo), ma non avevo nessuna intenzione di lavorare ancora con Marsilio, che aveva i diritti […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: