Si va a ri-cominciare

Buongiorno a tutti.

Sono più o meno in forma. Più o meno. Quest’estate ho riposato solo per una settimana, ma visto che a fare le mie cose mi diverto, evito di lamentarmi.

Sono un po’ scomparso da Internet e resterò più o meno latitante per qualche settimana ancora. Sto lavorando alla prima stesura di un nuovo romanzo e non posso disperdere nè energia nè libido. Continuerò a postare, ma con una certa parsimonia. E al solito, scusate se sono in ritardo con le mail.

In tutto ciò, devo cambiare casa qui a Londra: i proprietari vendono. Quindi mi trovo a traslocare, scrivere, mentre Paola sta per partire con un progetto nuovo di cui vi racconterò. La casa in cui traslochiamo è sempre a Brockley, e questo è bene.

Nel frattempo, giusto per non rendere le cose troppo facili, gli inquilini del mio appartamento a Roma hanno comprato una casa. E giustamente vi si trasferiscono. Morale: rieccomi a fare l’agente immobiliare. Vivo tempi interessanti, nel senso cinese.

Se vi interessa un appartamento a Roma di 50 mq, con altri 50 di giardino, e buone vibrazioni creative (ho scritto Pan, là dentro), mandatemi una mail. E’ libero da metà settembre, grosso modo.

Cos’altro? Ah, sì:  il gdr su Alice marcia spedito, e arriverà puntuale sulle vostre tavole quest’autunno.

Ho letto Curse of the Wolf Girl, di Martin Millar, seguito dell’ottimo Lonely Werewolf Girl, e ottimo a sua volta. Leggeteli in inglese, che temo che in italiano siano intraducibili – non perchè chissà quanto complessi, ma perchè semplici di quella semplicità che solo l’inglese sa dare.

Ho visto Sorcerer’s Apprentice, ed è una porcata.

Aspetto ansioso di vedere Scott Pilgrim, che il fumetto è proprio bello.

Stanno facendo lavori di restauro all’esterno di casa. Quindi in questo momento c’è un gigantesco tizio appeso alla finestra del mio studio, che mentre scrivo, gratta via intonaco. E’ strano. La mia scrivania è di fronte alla finestra, quindi lui dista da me, all’incirca, cinquanta centimetri. Ed è molto british, quindi non ha guardato dentro una volta che sia una. Dà da riflettere.

Ve lo saluto.

Annunci

21 responses to “Si va a ri-cominciare

  • Valeria

    Hip hip hurrà per il gdr di Alice! Siamo tutti (!) impazienti.

    Mi chiedevo. Sono interessata alla casa di Roma, ma direi che mi preme sapere una cosa prima di inviarti un’email più dettagliata di richieste: quale è la zona? Non importa precisamente, giusto capire se ha collegamenti più o meno diretti con il mio lavoro e i miei studi.
    Grazie 😉

  • francescodimitri

    Sono un pessimo agente immobiliare, è evidente. E’ a San Basilio (no, non è più una zona malfamata da dieci anni almeno), molto vicino alla Nomentana. Se lavori all’Eur o similari, te lo sconsiglio. Se lavori & studi in qualsiasi zona di Roma Centro-Nord, invece, ti ci muovi molto facilmente…

  • Valberici

    Ah, ottima notizia, non sapevo fosse già uscito il seguito Lonely Werewolf Girl, faccio un po’ fatica a “stare dietro” a tutti i nuovi libri. Me lo procuro e lo leggo, tanto ormai in italiano i buoni autori non li traducono più, se non si chiamano King.

  • Valberici

    Ah, la tecnologia, sto già leggendo di Moonglove preoccupata per il primo giorno di scuola di Kalix 🙂

  • francescodimitri

    E’ la meraviglia del Kindle…

    Comunque io credo che Millar sia davvero intraducibile. Ha uno humor troppo british, un modo di raccontare quasi scazzato, che in italiano è quasi impossibile da rendere, con tutta la buona volontà… ma è, davvero, mostruosamente bravo. Leggi e vedrai!

  • Ema

    E io adesso come faccio, che ho letto Ragazze Lupo in italiano?
    Malveria è sempre Malveria anche in inglese?

    E comunque meno male: temevo che Millar fosse piaciuto solo a me e a un altro paio di deviati. Ora vedo che i deviati sono almeno cinque 🙂 E poi uno con quel cognome non può sbagliare… Qualcuno per caso ha letto il suo romanzo sulle fate? Fate a new york, o qualcosa di simile.

    (Kalix a scuola? oddio…)

  • francescodimitri

    Yes, Malveria è sempre Malveria. Alla traduzione Fazi ho dato un’occhiata a suo tempo – e non mi è piaciuta. Non so se sia possibile fare di meglio, perchè il bello di Millar è proprio il modo disarmante in cui usa l’inglese. Racconta le storie come se fosse al pub e dopo un paio di pinte ti dicesse “ok, senti questa”. Però su una cosa m’impunto: “Ragazze Lupo” è un pessimo titolo.

    Sì, Fate a New York, letto. Bello, bello. Ma a me Millar piace proprio tanto….

  • Ludovico

    sono impaziente per il GdR *-*
    Salutami il tizio fuori dalla finestra 😀

  • giulia

    La casa e il giardino non mi interessano…potresti vendermi solo le vibrazioni positive?

  • Selene

    Ciao! Spero proprio di non sembrare una scocciatrice ma ho letto da poco Alice e l’ho trovato davvero bello! Ci tenevo a dirtelo (e scusa se ti do del tu anche se non ci conosciamo^^”)
    Sapere che poi ne uscirà anche il gdr mi ha incuriosito parecchio!
    Buon trasloco!

  • Negróre

    Ottimo: segno e scarico il “mitico” sample col mio Kindle. Vediamo se, quando avrò terminato un po’ di cosucce in arretrato (tra cui il tuo Alice), mi andrà di leggermelo, anche se io non amo molto i licantropi, ormai. Sarà che me ne hanno fatto venire la nausea con libri da quattro soldi, dato che da ragazzino ero molto preso dalla loro figura: mi faceva rabbrividire e amavo i film su di loro. Altri tempi…

    Complimenti per il quartiere: c’è un sacco di verde! Da far invidia. Da queste parti ce n’è di meno: ma si comincia così, giusto, in una nuova città?

    Ah, grazie per avermelo salutato, ci tenevo.

  • DanielTravis

    Come al solito prendo appunti, visto che i tuoi “consigli per gli acquisti” raramente mi han deluso. E in effetti il libro di Millar me l’aveva già consigliato la mia amica Hit Girl, quella con cui eravamo a vederti a Torino.
    Per il resto, non vedo l’ora che sia Lucca, davvero.
    E bentornato al lavoro.

  • Azazel

    Ciao,

    sono un nuovo utente… volevo intanto dirti che ho da poco comprato il tuo libro e lo trovo davvero stupendo (anche se non l’ho ancora finito). Dopo aver fatto la tesi di laurea su Alice in wonderland, ormai mi ritengo più fanatico di quello che non di altro… e quasi come istinto… qualcosa di compulsivo, appena vedo qualcosa legato ad alice lo compro… ehehe… a volte con aspettative basse, devo dire. ma il titolo mi incuriosiva. volevo vedere se si trattasse della solita speculazione sul grande lavoro di L. Carroll e invece sono rimasto piacevolmente sorpreso.

    mi trovi d’accordo su Sorcerer’s apprentice: una vera boiata. anche se in certi punti per lo meno fa ridere.

    concordo infine anche su ragazze lupo: libro fantastico ma traduzione e titolo sono pessimi… a volte vorrei avere tempo io per poterlo tradurre… so per certo che farei cento volte meglio (evito falsa modestia).

    cmq… a parte tutto… spero di essere il benvenuto.

    PS: ma non è un po’ troppo un cliché il fatto di realizzare un gdr sul libro? ormai lo fanno tutti…
    spero solo non escano gdr basati su quella “tristezza-rovina-fantasy” che è la saga di twilight.

    Azazel

  • francescodimitri

    Ludovico: salutato!
    Giulia: io le invio, ma se le Poste le rubano non è colpa mia…
    Selene: grazie. Sia per i complimenti, che per l’attesa del gdr, che per gli auguri sul trasloco…
    Negròre: questi sono licantropi speciali. Vedrai.
    Daniel: grazie, e ci becchiamo a Lucca.
    Azazel: ovviamente sei un benvenuto. Quanto al clichè… beh, a produrlo è la Wild Boar, la casa editrice che la ‘moda’ (per così dire, visto che si tratta di pochi titoli, in realtà) l’ha lanciata, perlmomeno in Italia. Ma tornerò a parlarne, perchè il rapporto tra ‘storie chiuse’ (libri, serie TV, etc.) e gdr mi affascina moltissimo.

  • Azazel

    grazie della risposta e del benvenuto.

    riguardo al gdr, non fraintendermi… ho 29 anni e gioco di ruolo da quando ne avevo 13… eheheh… sono un amante dei gdr.

    cmq mi hai incuriosito parecchio con l’idea del gdr. 🙂

  • fabio

    spero di poterti dare del tu….ti ho scoperto con Alice che ho trvato per caso curiosando in libreria…..ne sono rimasto folgorato e ne ho già regalato copie ai miei amici…..un fantasy indimenticabile come non ne leggevo da tanto…troppo tempo……davvero complimenti…in alcune pagine mi sono commosso……ho appena iniziato anche Pan e non riesco a smettere…….continua cosi e non smettere ti prego……

  • Ludovico

    “Giulia: io le invio, ma se le Poste le rubano non è colpa mia…” però mi sa che non sanno come usarle xD

  • Lidia Perfinta

    Molto in ritardo rispetto a quel che avevo pensato, ho finalmente spedito il mio racconto contributo sulla Steamland. Nel caso però fosse ormai troppo tardi… spero comunque che possa leggerlo almeno tu, Francesco.
    Aspetta, aspetta! Un nuovo romanzo? Ehm, ehm, nemmeno un briciolino di notizia a riguardo? Argomento? Ambientazione? Nada? : (

  • francescodimitri

    Azazel: è una passione che condividiamo…

    Fabio: grazie! Finchè gli dèi mi daranno polpastrelli, non intendo smettere.

    Ludovico: sai mai…

    Lidia: mai in ritardo, mi piacerebbe che la cosa durasse quanto più a lungo possibile. E sul nuovo romanzo… non posso dire molto, anzi, niente, al momento. Solo che l’ambientazione torna a essere nota e quotidiana…

  • Lidia Perfinta

    Hm… Ho spedito il pezzo sulla Steamland già da un po’, però non lo vedo da nessuna parte. : ( Forse ho sbagliato qualcosa? Cosa faccio, devo rinviare?

  • francescodimitri

    Lidia: segnalato la cosa in Salani. Appena mi rispondono ti faccio sapere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: