Trenta

Sono arrivato alla soglia dei trent’anni (li compio il 23, lunedì prossimo).

Ed è strano.

Innanzitutto è strano esserci arrivato. Esserci arrivato più o meno intatto, con tutti i pezzi al loro posto. Ci sono stati periodi in cui non ci avrei scommesso.

Poi, è strano il potere di una cifra tonda. Un disincantato direbbe che 30 è un numero come tutti gli altri. Perchè compiere 30 anni dovrebbe significare di più che compierne 29 o 31? Mi rispondo: perchè è un simbolo. E io di simboli vivo.

Non devo sentirmi scemo, no.

C’è un certo romanticismo, nel pensare ai propri anni. In fin dei conti un anno cosa misura? Un pezzo di tempo in una vita umana? Sì, certo. Ma anche, soprattutto, il tempo che il nostro pianeta, questa palla di fango e magia, impiega per girare intorno al sole, un’altra palla, però di fiamme (e magia). Il nostro pianeta si muove nel silenzio cosmico, tra polvere di stelle, dimensioni nascoste e fluttuazione quantiche.

Compiere gli anni ti mette in contatto con questo. Se compi un altro anno, è perchè la Terra ha ruotato un’altra volta attorno al Sole, e il Sole si è mosso un altro po’ nella Via Lattea, e la Via Lattea nell’Universo, e l’Universo, chi lo sa. Compiere gli anni non è una cosa banale. Ogni compleanno è un evento cosmico.

Se poi di anni ne compi trenta, è perfino di più: è un evento personale. Sei grande, sei adulto, un uomo fatto, artisti immortali sono (ehm) morti più giovani di te (John Keats, per dire), e allora, perchè perdi tempo a cazzeggiare su Twitter?

Il mio, di compleanno, lo andrò a passare nel Somerset, a Glastonbury. Sidro, campi, colline magiche, mi sembra tutto di buon augurio per le prossime trenta rotazioni del pianeta.

Sperando che il mondo non finisca il 21.

Sai che fregatura, se smette di ruotare proprio ora…

Annunci

9 responses to “Trenta

  • Laura Platamone

    Ciao Francesco,
    non so perché leggendo il tuo post m’è venuto in mente di dire la mia.
    30 anni. Io li ho varcati da qualche mese. E no, non sono mai stata una attaccata ai giorni alle ore, con la paura del tempo che passa, l’angoscia di quello che si porta via. Per me ogni giorno è un giorno guadagnato, una perla da aggiungere all’esperienza.
    E il mio 30 non avrebbe potuto essere più “30” di quello che è stato.
    In quest’anno è come se la vita avesse subito un’accelerazione improvvisa, mettendo tutte le cose della mia vita nel posto dove dovevano andare.
    Un po’ di magia. Forse sì.
    Ti auguro che anche nel tuo 30 ce ne sia un pizzico!

  • Emanuele

    Innanzitutto i miei più sentiti auguri. Ti seguo da quando ne avevi, uhm, 23 e parlavi di Crowley, Eliphas Levi e suicidi collettivi nell’aula del King – bei ricordi in quell’atmosfera sopita, penombra e luci calde. Ne ho imparate di cose da quel giorno, e devo ringraziarti. Nonostante quasi coetanei, mi hai insegnato (senza saperlo, certo) un po’ di cose sulla vita, l’universo e tutto il resto. Cose che tornano preziose quotidianamente, credimi.

    Alla soglia dei Trenta l’unica cosa che posso augurarmi è di leggere ancora i tuoi racconti per molto, molto tempo ancora. Tempo fa ti dissi che la cosa più incoraggiante è sapere che il tuo romanzo migliore devi ancora scriverlo. E l’attesa ha sempre un che di cosmico – e sì, magico.

  • ilgiovannidellepaludi

    Poi ci sono i 40…….:-)

  • muspeling

    Bel modo di festeggiare il compleanno! 🙂
    Anche se per il mio 37° prevedo una gran bella celebrazione: fare la prima conferenza sul Fantasy Mediterraneo! ^_^
    Non solo è una cosa che avverrà se eviterò di finire schiacciato sotto qualche pianoforte che piomba dal settimo piano, ma è una di quelle per cui devo prepararmi! 😀

  • francescodimitri

    Laura: ce ne sarà molta, di magia. E se non volesse esserci… la costringerei.
    Emanuele: fuori di retorica, è uno dei messaggi più belli che abbia mai ricevuto. Valeva la pena fare trent’anni solo per leggerlo…
    Giovannidellepaludi: non intendo fermarmi prima dei 120.
    Muspleing: in bocca al lupo!

  • TheBlackMonk

    30 anni?
    Pivello.
    All’età tua, io ne avevo già quasi 31…

    Io i 30 li ho colpiti duramente, così duramente che si sono ripresi solo verso i 32 e hanno fatto il loro porco lavoro. Ora che aspetto i 33 (altro gran bel simbolo), credo di aver capito come fare ad esorcizzare l’ordine senza far vincere il Nulla. Credo.

    Nel frattempo ho ben chiaro quali storie voglio ascoltare, e quali voglio raccontare, e mentre le cerco, ho ben chiaro che voglio essere sorpreso da storie a cui non avevo pensato, e che sono arrivate a me come arrivano le storie…

    Si, questo mondo è bello da vivere, la sua magia è contagiosa…

  • 7di9

    Tantissimi auguri, Francesco! 🙂

    7

  • Bette

    Unquestionably imagine that which you stated.
    Your favourite reason seemed to be at the web the
    simplest factor to take note of. I say to you, I certainly get irked at the same time as other people consider
    concerns that they plainly do not understand about. You controlled to hit the nail upon the highest and outlined
    out the entire thing without having side effect
    , people could take a signal. Will likely be again to get more.
    Thanks

  • Hai

    They make more cash that way, instead of selling everything at once or selling each item individually.

    Even cooler, most tablets come with an HDMI output.
    Once cooking is done, you have a lot of ash left to dispose of.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: